imagealt

12 marzo 2020: ci lasciava il prof. Glauco Berrettoni


Non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo. (Isabel Allende)

Non ho avuto la fortuna di conoscere il prof Glauco Berrettoni. Le nostre strade non si sono mai incrociate. Eppure, sostituendolo come Dirigente dell’istituto Caboto, ho avvertito profondamente il legame che aveva saputo stabilire con la comunità della scuola: studenti, personale, amministratori e famiglie.

Il ricordo che il Caboto conserva di lui è quello di una persona dedita alla scuola, ispirata da una visione dell’educazione come processo costante di accompagnamento e supporto all’apprendimento.

Il nostro è un lavoro complesso, gravato di molte responsabilità che molti, osservando da fuori, possono non comprendere completamente, ma capace, al tempo stesso, di dare grandi soddisfazioni, di consentire esperienze profonde, di costruire ponti fra la condizione di partenza dell’individuo e la realizzazione del suo progetto di vita, offrendo a ciascuno lo stimolo ed i supporti necessari. Lo stesso vale per il personale, una risorsa importante, dotato di competenze e stimoli da incanalare sapientemente. Non ultimo l’aspetto del dialogo con tutti, dentro e fuori dalla scuola, perché ciò che avviene in aula non può essere disgiunto da un progetto costruito con le famiglie, gli amministratori e la società contestuale.

L’operato del Dirigente Berrettoni è tutto leggibile nell’apprezzamento fortissimo che si è conservato e che sarànostra cura preservare per il futuro. Un ricordo talmen te forte che mi sembra quasi di averlo incontrato di persona.

Paola Leonilde Ardau

Questo triste anniversario mi vede per questo unita alla comunità del Caboto.